psicoterapeuta-milano-chi-è

Chi è e cosa fa uno Psicoterapeuta?

Chi è lo Psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta è uno specialista che lavora nel campo della salute (mentale) con competenze e funzioni specifiche. Il suo lavoro consiste nel fornire un aiuto per risolvere problemi psicologici e disagi emotivi, favorire un cambiamento a livello psicologico e a livello anche comportamentale, dare un nuovo significato agli eventi, alle relazioni e alle rappresentazioni di essi dei propri pazienti.

Oltre alla laurea in psicologia, o in medicina ha una specializzazione post universitaria di almeno quattro anni. Inoltre, salvo per alcuni indirizzi teorici, ha solitamente sperimentato la posizione di paziente in terapia, sottoponendosi ad una propria analisi personale.

Al termine della specializzazione dovrà essere necessariamente iscritto nell’Elenco degli Psicoterapeuti del proprio Ordine regionale di appartenenza.

Cosa fa uno Psicoterapeuta?

Lo psicoterapeuta può fornire una valutazione della situazione del paziente al fine di giungere ad una diagnosi e disporre quindi un trattamento terapeutico. Lo psicoterapeuta, oltre alle attività di prevenzione, diagnosi, sostegno e riabilitazione, svolge attività di cura attraverso gli strumenti e le tecniche terapeutiche proprie alla psicoterapia: la relazione, l’ascolto e la parola, naturalmente secondo specifiche tecniche basate sulle teorie fondamentali alle quali fa riferimento il professionista.

Lo psicologo psicoterapeuta non può prescrivere nessun tipo di farmaco al paziente a differenza del medico psicoterapeuta. Se necessario si avvale della collaborazione di uno psichiatra che potrà seguire il paziente per la prescrizione di farmaci nel suo percorso terapeutico.

Chi si rivolge allo Psicoterapeuta?

Si rivolgono allo psicoterapeuta persone che, più frequentemente, necessitano di un aiuto professionale specialistico sia per meglio comprendere cosa gli sta capitando di vivere in un dato momento della loro vita, sia per avviare un percorso psicoterapeutico. In particolare:

  • persone con difficoltà relazionali, esistenziali, lavorative, sessuali, psicosomatiche, affettive o familiari;
  • persone con disturbi e patologie di varia gravità ;
  • persone che intendono ampliare le proprie potenzialità e migliorare ulteriormente il proprio modo di stare con gli altri, di lavorare o di vivere;
  • persone confuse che necessitano di migliorare la comprensione di sè;
  • persone che hanno in corso una terapia farmacologica ma vogliono potenziare il trattamento affiancandolo con una cura psicologica per prevenire le ricadute;